Cerca nel sito

Castelnovo ne' Monti

Località:

42035 Castelnovo Ne Monti

Come arrivare:

Accessibilità
Località: Castelnovo nè Monti
Percorso: Da Reggio Emilia si raggiunge percorrendo la SS 63 in direzione Passo del Cerreto
Distanza da Reggio Emilia km 44

Area Turistica:

Area Turistica
Appennino

Zona Geografica:

Zona Geografica
Zona Matildica

Testo Analitico:

Descrizione
Castelnovo è il centro politico, amministrativo ed economico della montagna reggiana, sull'importante asse viario costituito dalla Statale 63.
Originariamente costituito da quattro nuclei cardine connessi fra loro, mal riconoscibili a causa dell'incremento abitativo degli ultimi anni, il capoluogo conserva poche tracce del proprio passato.
Una delle poche testimoni dei secoli ormai passati è l'importante Pieve di Santa Maria di Campiliola trasferita nel 1200 da Bismantova a una collina sottostante.
Del Castello restano parti del mastio, ridotto a una corta torre capitozzata, lembi delle mura difensive e ruderi di strutture non identificabili.
Il vecchio centro, situato in una conca naturale racchiusa da tre rilievi coperti di conifere messe a dimora tra la fine del secolo XIX e il principio del XX, presenta caratteristiche architettoniche omogenee e ricorrenti e una cortina edilizia di particolare pregio intorno a piazza I° Maggio, l'antica Piazza d'armi.
Fu area di penetrazione Etrusca e Romana, in contrasto con le preesistenti popolazioni Celto-Liguri (Tito Livio, tra gli altri parla di un Suismontium, toponimo di attribuzione incerta che può richiamare Bismantova). I Bizantini istituirono qui successivamente il gastaldato di Bismantova e posero un loro importante presidio sulla sommità della Pietra (il c.d. kastròn Bisimanto) che resistette fino al sopraggiungere dei Longobardi alla metà del VII secolo. La minuscola corte di Villola, borgo originario del comune ai piedi della Pietra di Bismantova, agli inizi del sec. XI fu posta poi sotto la protezione dell'imperatore Enrico II, per richiesta dello stesso vescovo di Reggio Emilia, Teuzone. Il Castrum novum (da cui Castelnovo) fu opera dei Canossani, e fu Matilde stessa a donarlo al monastero di sant'Apollonio di Canossa nel 1111. Il primo nome del paese fu infatti "Castelnovo del Signor Abate di Canossa". Questo territorio sorge all'incrocio di tre vie storicamente rilevanti: da una parte la Reggio-Luni attraverso i valichi cerretani; dall'altra la Parma-Lucca attraverso i valichi di Pradarena e delle Radici, la terza è la strada Lizane tra la val d'Enza e il passo dei Linari (o di Lagastrello). Nel 1188 Castelnovo ne' Monti (il nome definitivo a partire dal 1534, cambiò diverse volte, anche se il primo a denominare così l'abitato fu il podestà estense Gian Battista Coriani nel 1490), giurò per la prima volta fedeltà al Comune di Reggio. Dopo essere stato infeudato ai Da Dallo, nel 1409 è sotto la dominazione estense. Aggregato alla podesteria di Felina, nel 1480 Castelnovo diviene esso stesso capoluogo e principale centro di governo di buona parte della montagna reggiana. Tale funzione di centro di fatto della "virtuale provincia di montagna" si manterrà ed incrementerà nei secoli a venire. Tramontato nel 1859 l'antico regime estense, Castelnovo viene eretto a capoluogo di cantone, mentre con la successiva restaurazione è sede di un unico grande comune che comprendeva anche quelli attuali di Vetto, Ramiseto, Busana e Collagna. La costruzione della "strada militare di Lunigiana" (attuale SS 63) diede impulso al vecchio centro del paese: si aprirono nuove vie, dando avvio ad un impetuoso sviluppo edilizio. Tra i personaggi illustri cui Castelnovo diede i natali ricordiamo il poeta Antonio Peretti (1815-1858), Carlo Franceschini, che introdusse la Carboneria mazziniana nel Reggiano, e Cirillo Monzani, figura di primo piano nei quadri dell'amministrazione ministeriale nel primo periodo dopo l'unificazione nazionale: sono tutti ricordati nell'attuale toponomastica stradale.
(G. Cervi, 1988; G. Giovanelli, 2000; P.G.Oliveti, 2000)
Ultimo aggiornamento: 10 Luglio 2019

Comune:

Castelnovo ne' Monti
Piazza Gramsci, 1
42035 Castelnovo ne' Monti (RE)
0522 610111
0522 810947

A cura della redazione IAT Informazione e Accoglienza Turistica dell'Unione Montana dei Comuni dell’Appennino Reggiano
Via Franceschini 1/a - 42035 Castelnovo ne’ Monti (R.E.) | Tel. 0522 810430 Fax 0522 812313 | E-mail: iat@appenninoreggiano.it