Cerca nel sito

Fontana dell'amore

Località:

SS 63 - 42032 Busana

Descrizione Breve:

La sorgente che alimenta la fonte, situata a 849m s.I.m., fa parte di un sistema di sorgenti provenienti dalla stessa falda idrica, ma con emergenze dal suolo singole, captate dall’ attuale tombino principale che
alimenta l’acquedotto rurale di Nismozza.
Tali sorgenti sono alimentate dalla falda idrica sotterranea profonda del m.te Ventasso, acqua di ottima qualità e leggerezza, molto apprezzata da chiunque si disseti alla fonte.
Il manufatto attuale è stato restaurato nel 1991, migliorato nella struttura di protezione delle opere di captazione
della sorgente contro l’inquinamento, creando un nuovo muro in pietra squadrata alle spalle della struttura della vecchia fonte, ampliando lo spazio sopra la fonte stessa e la parte laterale sul lato del ponte. Da vecchie foto è possibile ricostruire sommariamente l’evoluzione della fonte. Nel 1917 una semplice captazione con una struttura
cubica ed un unico getto. In quel tempo veniva chiamata ancora “F. dell’Arbie”.
Nel 1935 viene realizzata la struttura di base dell’attuale fonte; tale data è visibile, anche se con difficoltà, incisa
sulla cornice in cemento della finestra del pozzetto tunnel sottostradale si scaricano anche le acque della fonte stessa.
E in questo periodo che diventa usuale chiamarla “Fontana dell’Amore”

Come arrivare:

All'entrata del paese di Nismozza, se si proviene da Reggio Emilia verso il Passo del Cerreto, si trova la famosa "fontana dell'amore", conosciuta in tutta la montagna. Situata sul bordo della SS n°63, a ridosso della curva di accesso al ponte che scavalca il Rio Rondino, sul lato orientale dell’abitato.
Ultimo aggiornamento: 29 Luglio 2020

Comune:

Ventasso
Via della Libertà, 36
42032 Ventasso (RE)
0522 891120
0522 891520

A cura della redazione IAT Informazione e Accoglienza Turistica dell'Unione Montana dei Comuni dell’Appennino Reggiano
Via Franceschini 1/a - 42035 Castelnovo ne’ Monti (R.E.) | Tel. 0522 810430 Fax 0522 812313 | E-mail: iat@appenninoreggiano.it