Cerca nel sito

Leguigno - Beleo - Migliara - Casina

Contatti:

Località:

42034 Casina

Periodi di svolgimento:

Periodo consigliato: di preferenza primavera, tarda primavera, inizio dell'autunno. Si può comunque percorrere in ogni mese dell'anno, facendo attenzione ai periodi piovosi.

Percorso:

Leguigno - Beleo - Migliara - Casina

Percorso:

Per arrivare a Leguigno si segue la SS n° 63 fino a Casina; da qui si imbocca la Strada Comunale direzione Migliara. Dista dal capoluogo: Km 5,6 circa.
Il percorso inizia il località Montata.

Area Turistica:

Appennino

Zona Geografica:

Zona Matildica

Dettaglio itinerario:

Itinerario in Dettaglio
Dislivello:70 m
Tempo di percorrenza: 3h'45
Lunghezza: km 10,6
Leguigno - Beleo - Migliara - Casina
Dal centro del borgo di Montata, ai piedi del Castello di Leguigno, una carraia si stacca dalla via principale, esce dal borgo e cala ai piedi del colle del castello. Si entra nel castagneto lungo uno stretto sentiero tagliato a mezzacosta sul versante settentrionale del colle su cui sorgono la chiesa e la borgata Monte, versante prezioso perchè l'unico del territorio di Leguigno su cui poteva prosperare il castagno. Successivamente, una larga mulattiera, a tratti selciata, sale lentamente un poggio tra filari di querce e folte siepi di biancospino, corniolo, prugnolo, mentre sulla destra si copre la dorsale boscosa tra Gombio e Villaberza, dietro cui serpeggia la valle del Maillo. Dietro spuntano le vette del Ventasso, dell'Alpe di Succiso, del crinale parmense.
Si arriva poi alla chiesa di Leguigno dalla quale si raggiunge la sommità del colle di Leguigno, occupato dal suo nucleo abitato più alto detto Il Monte. Proseguendo il cammino si presenta un cambio di paesaggio e ci si trova sull'orlo di un anfiteatro calanchivo tra i più spettacolari della montagna reggiana. Gli strati sovrastanti delle torbiditi sono stati erosi dal sistema idrografico del Rio di Leguigno, mettendo alla luce i sottostanti complessi argillosi, tra cui spiccano le Argille varicolori. Raggiunto il fondovalle terminano i calanchi e si entra nella pineta. La pineta, quasi pura di pino silvestre si è mantenuta e sviluppata a partire dai nuclei di pino spontaneo relitti. La salita tra esemplari di ogni età è assai suggestiva e fresca d'estate. Sul poggio, occupato dal nucleo rurale di Casa del Lupo cessa il bosco ed iniziano le coltivazioni. Su stradello si raggiunge poi la strada di crinale che conduce a Beleo, arroccato sulla sommità di un poggio. Al poggio sottostante sorge, in posizione suggestiva, l' Oratorio romanico.
Si superano il nucleo del Molinello, attorno al Mulino di Beleo, e il vasto edificio di Costa Medolana, dal cui cortile una stradella sale fino a Boastra e fino a raggiungere l' antica via di Lunigiana. Si arriva poi a Ca' Pietro, nel comune di Carpineti, borgo nel quale si evidenzia un complesso a corte signorile con loggiato e portali settecenteschi, ed un oratorio dello stesso secolo. Poco più in basso vi è casa Morelli, anch'esso dominato da una torre a colombaia settecentesca. Arrivati a Migliara si segue una bella carrareccia che prende quota tra querce e siepi e che arriva ad un aperto crinale panoramico. La carraia attraversa il pianoro sommitale tra campi e lembi di bosco fino a scendere il crinale NE verso il visibile centro di Casina. Scendendo in un castagneto sul fondo di una ripida valletta si arriva nel fondovalle del Tassobbio e si costeggia il torrente fino a giungere al Mulino della Grotta, una stretta gola in cui il Tassobbio si è scavato un varco tra pareti stratificate di marne calcaree. Il mulino presente in quella zona è ormai distrutto.
Oltre il torrente la mulattiera principale sale verso Casina.
Daniele Canossini, 1995
Ultimo aggiornamento: 10 Luglio 2019

Comune:

Casina
P.zza IV Novembre, 3
42034 Casina (RE)
0522 604711
0522 609464

A cura della redazione IAT Informazione e Accoglienza Turistica dell'Unione Montana dei Comuni dell’Appennino Reggiano
Via Franceschini 1/a - 42035 Castelnovo ne’ Monti (R.E.) | Tel. 0522 810430 Fax 0522 812313 | E-mail: iat@appenninoreggiano.it