Cerca nel sito

Sentiero dei Ducati - 1° tappa da Quattro Castella a Grassano

Contatti:

Località:

42026 Canossa

Descrizione:

A path through dukedoms
From the river Enza to Lunigian

Periodi di svolgimento:

Può essere percorso in ogni momento dell'anno senza particolari problemi, in quanto non raggiunge quote molto elevate. Tuttavia in inverno può trovarsi ugualmente neve nella parte centrale dell'itinerario. Le tappe più basse, invece, possono essere particolarmente afose nei mesi estivi.

Modalità di svolgimento:

A piedi

Organizzazione:

Il Sentiero dei Ducati è stato rinnovato nel 2004 dalla Provincia di Reggio Emilia che ne cura anche la manutenzione con la collaborazione del C.A.I.

Percorso:

La tappa parte da Quattro Castella. Raggiungibile in automobile da Reggio Emilia imboccando la SS 63 sino a Puianello, dove si svolta a destra seguendo l'indicazione per Montecavolo - Quattro Castella.
Distanza da Reggio Emilia: 22 km circa.

Percorso:

Il sentiero dei Ducati, che collega la pianura padana alla costa tirrenica, è il primo itinerario transappenninico. L'intero percorso, segnalato con strisce bianche e rosse, può essere effettuato in una decina di giorni di cammino e generalmente, viene diviso in undici tappe di cui 7 nella provincia di Reggio Emlia.
Dati totali riferiti al sentiero dei Ducati (percorso base in provincia di Reggio, escluse deviazioni per i pernottamenti ):
Km tot. 82,3 – dislivelli totali: + 4295 m, - 3090 m – tempo tot. ore 29,30.
Il percorso consente numerose varianti locali che ne permettono una fruizione articolata, anche con tratti ad anello.

Area Turistica:

Area Matildica

Zona Geografica:

Appennino

Dettaglio itinerario:

TAPPA 1: QUATTRO CASTELLA – GRASSANO. Km 9,6 – disl. + 505 m in salita, - 165 m in discesa – tempo 3,00 ore
A Quattro Castella albergo e ristoranti, negozi, bus di linea per Reggio. Centro visita LIPU a Monticelli. B&B e ristorante a Pietre di Grassano. Dalla chiesa di Quattro Castella, si segue la strada per Monticelli, proseguendo oltre l'ingresso dell'oasi LIPU Bianello. Al termine dell'asfalto (sorgente della Moia) si prosegue su stradello fino all'ex-cava di argilla e a Casa Moia, quindi su carraia in salita fino a Caverzana: si segue a sinistra la stradella asfaltata fino al bivio con la provinciale da cui a sinistra per il vicino Oratorio della Madonna della Battaglia 373 m (ore 1.10).
Si segue una carraia fino a Case Valle, poi si resta sul crinale panoramico fino a Case Rosso, da cui si scende a destra tenendo diritto in discesa al primo bivio; si segue la carraia che serpeggia in discesa, toccando un rudere e girando a destra sul fondovalle del Modolena. Guadato il torrente si sale lungo un piccolo affluente in direzione S, guadandolo 5 volte; si sale con un largo tornante al borgo diruto di Reverbera, poi su stradella sterrata a Casa Roma e alle Pietre di Grassano 513 m, sbucando sulla Provinciale presso il B&B (ore 2.00; 3.10).
Ultimo aggiornamento: 10 Luglio 2019

Comune:

Canossa
Piazza Matteotti, 28 - loc. Ciano d'Enza
42026 Canossa (RE)
0522 248411
0522 248450

A cura della redazione IAT Informazione e Accoglienza Turistica dell'Unione Montana dei Comuni dell’Appennino Reggiano
Via Franceschini 1/a - 42035 Castelnovo ne’ Monti (R.E.) | Tel. 0522 810430 Fax 0522 812313 | E-mail: iat@appenninoreggiano.it