Cerca nel sito

Sentiero dei Ducati - 3° tappa da Barazzone a Crognolo.

Contatti:

Località:

42020 Vetto

Descrizione:

A path through dukedoms
From the river Enza to Lunigian

Periodi di svolgimento:

Può essere percorso in ogni momento dell'anno senza particolari problemi, in quanto non raggiunge quote molto elevate. Tuttavia in inverno può trovarsi ugualmente neve nella parte centrale dell'itinerario. Le tappe più basse, invece, possono essere particolarmente afose nei mesi estivi.

Modalità di svolgimento:

A piedi

Organizzazione:

Province of Regio Emilia and CAI.

Percorso:

Il sentiero dei Ducati, che collega la pianura padana alla costa tirrenica, è il primo itinerario transappenninico. L'intero percorso, segnalato con strisce bianche e rosse, può essere effettuato in una decina di giorni di cammino e generalmente, viene diviso in undici tappe di cui 7 nella provincia di Reggio Emlia.
Dati totali riferiti al sentiero dei Ducati (percorso base in provincia di Reggio, escluse deviazioni per i pernottamenti ):
Km tot. 82,3 – dislivelli totali: + 4295 m, - 3090 m – tempo tot. ore 29,30.
Il percorso consente numerose varianti locali che ne permettono una fruizione articolata, anche con tratti ad anello.

Area Turistica:

Area Matildica

Zona Geografica:

Appennino

Dettaglio itinerario:

TAPPA 3: BARAZZONE (Mulino di Leguigno) – CROGNOLO. Km 12,0 – disl. + 560 m salita; - 555 m discesa – tempo 4.10 ore Raccolta attrezzi agricoli tradizionali a Montale di Sotto. Ristorante a Trinità. Agriturismo con alloggio a Crògnolo Dal Mulino di Lèguigno si torna di nuovo a Barazzone e al bivio di Costa Melina 650 m (0.30), e proseguendo diritto per carraia a mezza costa si raggiunge il crinale Ovest del M. Barazzone con vista sulla valle del Rio Cerézzola e sulla stazione di leccio del versante occidentale del monte. A quota 625 m si lascia la carraia di crinale per scendere a sinistra tra siepi e campi lungo una vecchia traccia di sentiero che attraversa la strada Trinità-Barazzone e prosegue in discesa su carraia fino al cimitero di Pianzo 477 m (0.50; 1.20), da cui si può salire a destra alla chiesa.
Si scende a sinistra lungo la strada prima sterrata poi asfaltata alla base del colle della chiesa fino a voltare a destra su carrareccia a saliscendi fino sul guado di un ruscello. Una bella salita conduce al centro della borgata di Montale di Sotto 530 m (0.40; 2.00), che si attraversa, uscendo sulla strada Trinità-Leguigno. Si segue per poco a destra e si abbandona per seguire una carraia sulla destra che in falsopiano porta ad un crocicchio a quota 561 m (bivio con la variante di Rossena, sent. 640): si volta a sinistra e in breve si esce al centro di Trinità 589 m (0.30; 2.30) sulla Provinciale, che a sinistra sale all'oratorio dedicato alla Trinità, in cima al borgo. Dal bivio dell'Oratorio di Trinità si sale lungo il crinale diretto a SW verso il M. Cavaliere su carrareccia larga, ed aggirata da S la vetta (700 m) si prosegue verso W lungo il crinale tra le valli del Tassobbio a sinistra e dell'Enza a destra (visuale vastissima sull'intero Appennino reggiano e le Alpi se limpido). Inseritosi sulla strada Vedriano – Roncaglio, il percorso la segue deviando poi in salita sulla strada asfaltata di recente del M. Stàffola 693 m (1.00: 3.30), che segue fino in vetta, costeggiando la lunga e attiva frana che sta ingoiando la strada.
Si scende dalla vetta verso SW, lungo una strada recentemente asfaltata che con larghe visuali scende a Roncovetro 555 m. Dal bivio centrale del paese si scende a W su carraia nel querceto misto fino alla borgata di Crògnolo 454 m (azienda agrituristica con alloggio, 0.40; 4.10).
Ultimo aggiornamento: 10 Luglio 2019

Comune:

Vetto d'Enza
Piazza Caduti di Legoreccio, 1
42020 Vetto d'Enza (RE)
0522 815222
0522 815694

A cura della redazione IAT Informazione e Accoglienza Turistica dell'Unione Montana dei Comuni dell’Appennino Reggiano
Via Franceschini 1/a - 42035 Castelnovo ne’ Monti (R.E.) | Tel. 0522 810430 Fax 0522 812313 | E-mail: iat@appenninoreggiano.it