Cerca nel sito

Vetto (Municipio) - Costaborgo - Monte faille - Casa Giammarra - Tizzolo -Vetto

Contatti:

Località:

Itinerario area estesa - 42020 Vetto

Periodi di svolgimento:

Tutto l'anno

Modalità di svolgimento:

A piedi, cavallo e moutain bike

Percorso:

Itinerario ad anello:
Vetto (Municipio) – Costaborga – Monte faille – Casa Giammarra – Tizzolo – Vetto

Area Turistica:

Area Matildica

Zona Geografica:

Appennino

Dettaglio itinerario:

Itinerario in Dettaglio
A Vetto percorrete "Viale Italia", detto anche "Via della chiesa", sino al Ferro; dopo un breve tratto di strada bianca, proseguire su una carrareccia, a destra, che conduce, in una decina di minuti, tenendo sempre la destra, in località "La Dongà". Attraversata la comunale, continuare su una carrareccia e, dopo cinque minuti di marcia, in prossimità di due casolari, piegare a sinistra, fra i campi, e raggiungere Costaborga. Al bivio, si può imboccare, sulla destra, la carrozzabile per il Faille che, in pochi minuti, porta ad un'abitazione isolata, detta "Casa di Franco". Andando a sinistra, invece, si tocca il borgo di Maestà e, alla biforcazione della comunale, puntando a destra si arriva a Casa Giamarra e a Tizzolo (dove si possono ammirare l'oratorio dall'impianto settecentesco ed alcuni portali del Seicento e del Settecento), dirigendosi a sinistra si giunge a Montepiano e a Rosano. Proseguendo, da "Casa di Franco", la strada diviene una carrareccia ed offre una suggestiva veduta dell'Enza e del Lonza; al bivio, girare a sinistra su una mulattiera che, in cinque minuti, permette di arrivare al centro turistico – residenziale "Chuh – a – lug" (dotato di piscina, campi da tennis, da basket, calcetto e beach volley, ristorante e pizzeria) collocato proprio sulla vetta del Monte Faille. Deviando a destra, invece, si scende, per un'agevole mulattiera, a Tizzolo. Raggiunta, su una carrozzabile asfaltata, Casa Giamarra, attraversare l'abitato e portarsi, seguendo il "sentiero della Basina", sulla strada comunale, all'inizio di Tizzolo. Al centro del paese, poco dopo l'oratorio, immettersi in una carrareccia sulla destra; al primo bivio tenere la destra; al secondo, piegare a sinistra, fiancheggiando un campo. All'estremità superiore di esso, uscire su uno stretto sentiero che costeggia il monte detto "la riva". Superato questo tratto, la parte più difficile del percorso, proseguire, tenendo la destra, per il sentiero che entra in un fitto bosco e che, mantenendosi in quota, sbocca in una mulattiera che scende, con una discreta pendenza, a Vetto.
Tempo di percorrenza 2/2,5 ore
Ultimo aggiornamento: 10 Luglio 2019

Comune:

Vetto d'Enza
Piazza Caduti di Legoreccio, 1
42020 Vetto d'Enza (RE)
0522 815222
0522 815694

A cura della redazione IAT Informazione e Accoglienza Turistica dell'Unione Montana dei Comuni dell’Appennino Reggiano
Via Franceschini 1/a - 42035 Castelnovo ne’ Monti (R.E.) | Tel. 0522 810430 Fax 0522 812313 | E-mail: iat@appenninoreggiano.it